b.jpg

ISCRIZIONE NEWSLETTER

×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

logovector2 unionformatori

La formazione abilitante prevista dall’art. 73 c. 5 D.lgs 81/08 e s.m.i. in applicazione all’Accordo Stato Regioni del 22 febbraio 2012 (Rep. 53/csr)

Come spesso accade, in fase iniziale si trascurano i possibili effetti futuri di un nuovo provvedimento legislativo, salvo poi dover correre ai riparti per poter far fronte agli adempimenti previsti.
Quando parliamo di formazione obbligatoria ai sensi e per gli effetti di cui al D.lgs 81/08 e s.m.i., stiamo parlando di una misura generale di tutela, con tutti gli effetti che questa definizione produce.
Soffermandoci sull’obbligo del datore di lavoro, di sottoporre i propri dipendenti che usano determinate attrezzature a formazione specifica abilitante, diventa opportuno analizzare il contenuto dei seguenti provvedimenti :
- Accordo Stato Regioni del 22 febbraio 2012 (Rep. 53/csr) ;
- Circolare del Ministero del lavoro nr 12 / 11 marzo 2013
- Circolare del Ministero del lavoro nr 21 / 10 giugno 2013

Con tali atti, sono stati definiti percorsi formativi specifici abilitanti per determinate attrezzature, il cui elenco risulta riportato nell’Accordo Stato Regioni del 22 febbraio 2012. Questo elenco, non esclude l’applicazione dell’art. 73 del D.lgs 81/08 e s.m.i. a carico del Datore di lavoro, per quelle attrezzature non indicate nell’Accordo Stato Regioni richiamato .

Per continuare l'approfondimento scarica la nota informativa UNIONFORM@TORI QUI